Lasciami crescere,
lasciami crescere tra le tue mani come un fiore, come il sole a mezzogiorno,
fammi diventare grande coi tuoi baci,
con le tue labbra che sanno di mari,
lasciami con te e cresciamo insieme,
fammi diventare quella che dovevo essere e che solo con te potevo, finalmente, diventare.
Lasciami crescere, fiorire e bagnata dai mille colori dei tuoi occhi,
guardami, guardami sempre
perché sotto al tuo sguardo divento tramonti dalle infinite sfumature
e ascoltami, ascoltami sempre che
solo alle tue orecchie suono meglio
della tua canzone preferita
e lasciami crescere per diventare anche meglio,
anche più di quello che desideravi,
lasciami uno squarcio fra le tue braccia
in cui io possa infilarmi e diventare grande
e tua
tua per sempre
e non permettermi di sfiorire mai,
non chiudermi tra le pagine di un libro per appassirmi,
è me che devi leggere, non voglio essere un tuo segnalibro.
Fammi sognare, camminiamo insieme per mano,
ti prometto che intanto cresco con te e divento bella,
e divento tua,
giuro
giuro
anche se tua lo sono già.

Elinor Scoltock e le malinconie (via milleprimaverepassate)

Settembre è il mese dove accadono le cose.
È svegliarsi con le palle girate e addormentarsi con le palle ancor piú girate.
La scuola, i professori, le teste di cazzo.
Partiamo? Non partiamo. So finite le vacanze.
Scuola italiana.
Rompe il cazzo tutta la settimana.

(via iricorditornano)

AHAHAHAHAHA CHE TRISTEZZA

(via incomprehensibilis)

AHAHAHAHAHAH OMG!

(via sorrisidisperati)

Ma chissà se l’hai capito che la mia felicità ormai è legata a te.
Sorridi, che quella bocca da baciare mi ha creato dipendenza.
Guardami, che ho gli occhi pieni d’amore che cercano sempre i tuoi.
Stringimi, che io ti stingo più forte e non ti faccio andare via.
Noi. Sempre più forti. Sempre più sinonimo di “amore”.

Diario di un’incantevole squilibrata. (via diariodiunincantevolesquilibrata)